Home NewsCalcioMilan Mihajlovic: “Se resto? A fine anno decideremo”
NewsCalcioMilan

Mihajlovic: “Se resto? A fine anno decideremo”

Finita qui la conferenza di Mihajlovic.

Sul calo fisico: “I centrocampisti esterni hanno corso quasi dodici chilometri col Sassuolo, sono giocatori che giocano quasi sempre e spendono molto, magari non sono freschi, tanto che in settimana gli ho dato anche un giorno libero. Purtroppo li non abbiamo cambi che possiamo fare, quando ci mancano Honda e Bonaventura non abbiamo sostituti, sono due giocatori fondamentali. Capisco che non hanno più la freschezza di una volta”.

Su Bertolacci: “E’ stato sfortunato perchè ha avuto due o tre infortuni, ogni volta che arrivava all’apice della forma si faceva male e doveva ripartire. E’ un giocatore importante che abbina qualità e quantità, se dovesse giocare domani può stare anche davanti la difesa. Anche Locatelli mi sta sorprendendo, forse atleticamente non è pronto però si sta adattando bene, sono contento di lui e tra qualche settimana può diventare una risorsa importante”.

Se posso rimproverarmi qualcosa: “Sicuramente ho sbagliato, l’importante è che le mie scelte sono state fatte per il bene della squadra. Cerco di mettere in campo 11 giocatori che possono darmi garanzie poi magari un giocatore non ti dà quello che hai visto in settimana, però le mi scelte sono state fatte per il bene del Milan. Poi tutti sbagliano”.

Su Balotelli: “Si allena da due mesi e fisicamente sta bene però lui e Menez, nella gara col Sassuolo hanno fatto una volta quello che gli ho chiesto e altre 4 volte no. Menez perchè non sta bene mentre Balo perchè ha altre caratteristiche, entrambi dovevano fare di più in fase di non possesso e di possesso. Non ce lo possiamo permettere. Dipende tutto da Mario, siamo tutti qui che lo vogliamo aiutare, ma prima si deve aiutare da solo, deve cercare di essere più presente quando gioca, farle con continuità”.

Sulla conferma: “Non dipende da me, ho la coscienza pulita e vado a testa alta. Anche io come gli altri allenatori nel mondo dipendo dai risultati, aspettiamo la fine della stagione e poi si decide”.

Sui cambi: “Se dovessimo cambiare in campo scenderà solo chi sta bene fisicamente. Abbiamo fatto il 4-3-3 anche dopo la gara col Napoli e non penso che sia andata male. Poi i moduli contano fino ad un certo punto.

Sulla prima mezz’ora a Sassuolo: “I primi 25 minuti abbiamo dominato, poi dopo aver preso il gol non siamo stati più noi. E questo non va bene perchè negli ultimi mesi abbiamo dimostrato di stare in partita fino all’ultimo invece col Sassuolo non è stata così, in campo ci sono mancati due giocatori fondamentali come Abate e Montolivo, la loro assenza si è fatta sentire. Poi non eravamo tutti al 100% e alla fine è successo che abbiamo perso”.

Su Balotelli: “Come condizione ci può anche stare però dal punto di vista psicologico non è pronto, si allena da due mesi e fisicamente è a posto ma deve migliorare dal punto di vita della testa”.

Su Berlusconi: “Mi avete fatto più domande sul rapporto tra me e Berlusconi che sull’aspetto tattico e tecnico. Questo però non è sano, io dipendo dai risultati e dal lavoro svolto. Perciò ogni volta devo rispondere due o tre domande sul rapporto tra me e Berlusconi solo qui c’è questa fissazione, però il mio rapporto col presidente è sempre buono, ci siamo salutati, abbracciati e baciati. E’ stato un incontro tranquillo e sereno”.

Sulla squadra: “Mi fa piacere che la squadra sia con me, non ho mai avuto problemi con loro. Cerchiamo di fare più punti possibili, alla fine si faranno i conti”.

Sul futuro: “Il rapporto col presidente è sempre buono, abbiamo parlato della gara col Sassuolo e della sfida di domani. Ho detto “non lo so” al tifoso ma è una risposta normale. Ho un contratto per un altro anno e vorrei rispettarlo, a fine campionato si vedrà e si deciderà per l’anno prossimo. Sono tranquillo e sereno, vado avanti per la mia strada”.

Sul cambio di modulo: “Non so ancora come giocheremo, però scenderà in campo solo chi è al 100%, chi non lo sarà entrerà in corso d’opera. Per vincere una gara dobbiamo stare tutti bene perchè il nostro gioco prevede pressing alto e raddoppi di marcature, saranno scelte solo in base a chi sta bene fisicamente”.

Sulla gara col Chievo: “Mi spiace che dopo una gara storta si sia ricominciato con la solita storia su chi è il prossimo allenatore del Milan. Passare da un estremo all’altro non è mai sano, io però sono sereno. Siamo concentrati per la gara di domani, sarà difficile e cercheremo di portare a casa tre punti. Il nostro campionato non è finito con il Sassuolo, ci sono ancora 30 punti in palio, il sesto posto mi sta stretto.

Alla vigilia della sfida contro il Chievo Verona, il tecnico del Milan, Sinisa Mihajlovic, parlerà in conferenza stampa a Milanello. Segui il live su TMW.

fonte: tuttomercatoweb

Articoli correlati

COMUNICATO UFFICIALE: ZLATAN IBRAHIMOVIĆ

AC Milan è lieto di annunciare di aver concluso un accordo per il...

AC MILAN COMUNICATO UFFICIALE: DIVOCK ORIGI

AC Milan è lieto di annunciare di aver tesserato il calciatore Divock Origi. L’attaccante...

COMUNICATO UFFICIALE: ALESSANDRO FLORENZI

AC Milan comunica che il giocatore Alessandro Florenzi è stato operato oggi dal Professor...

COMUNICATO UFFICIALE: PAOLO MALDINI E FREDERIC MASSARA

AC Milan è lieto di comunicare che in data odierna il CdA del...